🇮🇹 Coronavirus Makers: Stampando rivoluzioni - 🇪🇸 Coronavirus Makers: Imprimiendo revoluciones

in Olio di Balenalast year (edited)

🇮🇹 Circola su Internet, un'interpretazione del significato della parola crisi in cinese, 危机, Wéijī, costituita da due ideogrammi che significano pericolo e opportunità.

Una situazione potenzialmente pericolosa che può anche rappresentare un'opportunità di cambio.

Esistono diverse interpretazioni sull'argomento che lascio agli esperti in lingua cinese e mi tengo il messaggio.

La necessità aguzza l'ingegno, è stato così fin dall'inizio dei tempi.
A causa della precedente crisi economica del 2008 Satoshi Nakamoto sviluppò Bitcoin.
Il problema economico di fondo c’era sempre stato fino a quando non ci esplose improvvisamente in faccia.
Nessuno si sarebbe aspettato che la soluzione proposta avrebbe avuto la diffusione ed evoluzione che ha oggi.
Stavamo a nostro agio nella nostra zona di comfort, molti consapevoli della gravità della situazione, ma pochi osarono fare qualcosa per cambiare lo stato delle cose prima che fosse troppo tardi.

Questo mese di marzo ci ha visti coinvolti in un'altra grande crisi su Steem che è stata risolta con un hard-fork e una nuova blockchain, Hive.
Il problema di fondo, lo stake ninja controllato da Steemit Inc, che rappresentava un pericolo per la governance decentralizzata di Steem, è sempre stato presente.
Sebbene il rapporto di fiducia tra quest'ultima e la comunità si stesse incrinando sempre di più, forse ci sentivamo a nostro agio nella nostra zona di comfort, forse volevamo evitare il problema e tirare avanti.
Fino a quando il colpo di stato di Justin Sun ci colse tutti di sorpresa.
Abbiamo dovuto unirci come mai prima d'ora per affrontare il nemico comune che stava cercando di distruggere i nostri sforzi e i nostri sogni come individui e come comunità.
E ci siamo riusciti! Oggi sono qui a scrivere il mio primo post su questa nuova blockchain.
Abbiamo dimostrato che una comunità non può essere acquistata nonostante la grande quantità di denaro e potere che qualcuno possa avere.
Siamo riusciti a sopravvivere e fare storia. Oggi sono molto orgogliosa di tutto ciò che abbiamo ottenuto.

Forse lavoriamo meglio sotto pressione.

Può darsi che un fork in un altro contesto storico, senza l’hostiletakeover di Sun, sarebbe stato un suicidio. Proprio come Bitcoin probabilmente non avrebbe avuto lo stesso successo in un altro momento.


🇪🇸 Circula por internet una interpretación del significado de la palabra crisis en chino, 危机, weiji, compuesta por dos ideogramas que significan peligro y oportunidad.

Una situación potencialmente peligrosa que también puede representar una oportunidad de cambio.

Hay varias interpretaciones sobre el tema que dejo a los expertos en el idioma chino y me quedo con el mensaje.

La necesidad agudiza el ingenio, es así desde el principio de los tiempos.
Debido a la anterior crisis económica del 2008 Satoshi Nakamoto desarrolló Bitcoin.
El problema económico de fondo siempre estuvo allí hasta que nos estalló de repente en plena cara.
Nadie se esperaba que la solución propuesta tuviera el alcance y evolución que tiene hoy en día.
Estábamos cómodos en nuestra zona de confort, muchos conscientes de la gravedad de la situación, pero pocos se atrevían a hacer algo para cambiar las cosas antes de que fuera demasiado tarde.

Este mes de marzo ha sido testigo de otra gran crisis en Steem que se ha resuelto con la bifurcación en una nueva blockchain, Hive.
El problema de fondo, el stake ninja controlado por Steemit Inc que representaba un peligro para la gobernaza descentralizada de Steem, siempre estuvo allí.
Aunque la relación de confianza entre esta ultima y la comunidad se estaba agrietando cada día más, quizá estábamos cómodos en nuestra zona de confort y quizá quisimos evitar el problema e ir tirando.
Hasta que el golpe de estado de Justin Sun nos pilló desprevenidos.
Tuvimos que unirnos como nunca para hacer frente al enemigo común que estaba intentando destruir nuestros esfuerzos y sueños individuales y como comunidad.
¡Y lo conseguimos! Hoy estoy aquí escribiendo mi primer post en esta nueva blockchain.
Demostramos que una comunidad no puede ser comprada a pesar de la gran cantidad de dinero y poder que alguien pueda tener.
Conseguimos sobrevivir y hacer historia. Hoy me siento muy orgullosa de todo lo conseguido.

Igual es que trabajamos mejor bajo presión.

Puede ser que una bifurcación en otro contesto histórico, sin el hostiletakeover di Sun, hubiera sido un suicidio. Igual que probablemente Bitcoin en otro momento no hubiera tenido el mismo éxito.

IMG_0390.JPG

🇮🇹 La crisi che si sta avvicinando a causa del Coronavirus è una triste realtà.

Ho sempre sostenuto che il modello economico delle industrie farmaceutiche e degli attuali sistemi sanitari, in particolare quelli privati, sono inadeguati e talvolta disumani. Trovo inconcepibile trarre profitto dalla vita o dalla morte di qualcuno.
Tutto ciò che riguarda la salute dovrebbe essere open source se vogliamo davvero che il diritto alla salute sia non solo uno pseudo-diritto, ma una realtà.

Il collasso del sistema sanitario globale ha rivelato problemi di fondo che sono sempre stati lì.
Un sistema sanitario centralizzato e inefficiente.
Produzione e distribuzione di materiale sanitario nelle mani di poche e insufficienti aziende, così che tante hanno dovuto riadattare la loro produzione, altruisticamente e volontariamente alcuni.
Distillerie di bevande alcoliche che ora producono alcol sanitario, sartorie cuciono mascherine e tute protettive, Opel, Ferrari e General Motors che fabbricano respiratori automatici.

Ma c'è anche l'esercito di makers volontari anonimi di tutto il mondo che, coordinati in rete, producono dispositivi di protezione localmente con le loro stampanti 3D e macchine CNC e, in collaborazione con le autorità locali, li distribuiscono per l'uso del personale sanitario.

L'iniziativa ha avuto immediatamente il sostegno delle autorità sanitarie che stanno collaborando alla standardizzazione dei modelli da produrre e alla liberazione di alcuni brevetti che avrebbero ostacolato e rallentato la produzione.

CoronavirusMakers è un gruppo di volontari coordinati a livello internazionale tramite gruppi di Telegram che, dalle loro case o makerspace e FabLab locali, passano ogni minuto libero coordinandosi, ricercando, stampando, chattando, comunicando, standardizzando, analizzando e fabbricando mascherine, visiere, parti per adattare maschere da sub e respiratoti.
Al 29 marzo erano già state consegnate 350.000 visiere scudo e 9 tonnellate di materiale erano state utilizzate in Spagna, in gran parte donate da volontari o finanziate tramite crowfounding.

Gruppo di Telegram CoronavirusMakers

Video Coronavirus Makers: Creadores de esperanzas

Resistencia Team è un altro gruppo che sta lavorando su un respiratore autonomo open source, basato sul sistema Jackson Rees, che è già stato convalidato su animali ed è in fase di convalida sull'uomo.

Il governo delle Isole Canarie e altre comunità autonome stanno sostenendo queste iniziative e numerosi makerspace di istituti scolastici chiusi, si sono uniti ai volontari che lavorano da casa e che attualmente ammontano a circa 13.000.
Come alcuni di voi sanno già ho una stampante 3D DIY e ho deciso di metterla a disposizione del gruppo locale qui a Lanzarote che sta facendo un ottimo lavoro di coordinamento, ricerca, produzione e distribuzione alle strutture sanitarie.


🇪🇸 La crisis que se nos acerca debido al Coronavirus es una triste realidad.

Siempre he sostenido que el modelo económico de las industrias farmacéuticas y los sistemas sanitarios actuales, sobre todo lo que son privados, son inadecuados y a veces inhumanos.
Es inconcebible lucrar sobre la vida o la muerte de alguien.
Todo lo que concierne la salud debería ser open source si de verdad queremos que el derecho a la salud no sea solo un pseudo-derecho sino una realidad.

El colapso del sistema sanitario mundial ha revelado problemas de fondo que siempre han estado allí.
Un sistema sanitario centralizado y poco eficiente.
Producción y distribución del material sanitario en manos de insuficientes empresas tanto que muchas han tenido que adaptar su producción, de forma altruista y voluntaria algunas.
Destilerías de bebidas alcohólicas produciendo alcohol sanitario, sastrerías que cosen mascarillas y trajes de protección, Opel, Ferrari y General Motors produciendo respiradores automáticos.

Pero también está el ejercito de voluntarios makers anónimos de todo el mundo que, coordinados en red, producen equipos de protección individual localmente con sus impresoras 3D y máquinas CNC y, en colaboración con las autoridades locales, las distribuyen para uso del personal sanitario.

La iniciativa tuvo inmediatamente el apoyo de las autoridades sanitarias que están colaborando en la estandarización de los modelos a producir y en la liberación de algunas patentes que habrían obstaculizado y ralentizado las producciones.

CoronavirusMakers es un grupo de voluntarios a nivel internacional, coordinados tramite grupo de Telegram que, desde sus casas o makerspace y FabLabs locales, pasan cada minuto libre coordinando, investigando, imprimiendo, chacharreando, comunicando, estandarizado, analizando, produciendo mascarillas, viseras, piezas para adaptar mascaras de sub y ventiladores.
Al 29 de marzo se habían ya entregado 350.000 mascarillas y utilizado 9 toneladas de material en España, en gran parte donado por los voluntarios o obtenido mediante crowfounding.

Grupo telegram CoronavirusMakers

Video Coronavirus Makers: Creadores de esperanza

Resistencia Team es otro grupo que está trabajando en un respirador autónomo open source, basado en el sistema Jackson Rees, que ya ha sido validado en animales y está en proceso de validación en humanos.

El Gobierno de Canarias y otras comunidades autónomas están apoyado estas iniciativas y varios makerspace de institutos escolásticos cerrados se han puesto en marcha para unirse a los voluntarios que trabajan desde casa que ya son cerca de 13 mil.

Como algunos de vosotros ya sabéis, tengo una impresora 3D DIY y he decidido ponerla a disposición del grupo local aquí en Lanzarote que están haciendo un excelente trabajo de coordinación, investigación, producción y distribución a las estructuras sanitarias.

IMG_0388.JPG

🇮🇹 Sono un po più tranquilla sapendo che anche nel sud Italia, che potrebbe risultare più colpito del nord a causa delle sue carenze nel sistema sanitario, le persone, delle loro case, stanno collaborando a queste iniziative, coordinate da FabLabs e makerspace locali, come Syscrack, a Grassano in provincia di Matera, membri del collettivo Officine Mediterranee, un progetto di produzione digitale diffuso, e che i dispositivi vengono consegnati alle strutture sanitarie che ne hanno bisogno.

Telegram Officine Mediterranee Group - COVID19

È una lotta contro il tempo, i modelli devono essere validati e omologati per soddisfare i protocolli e i criteri di qualità ed essere sicuri per i loro destinatari.

Il big data e l'intelligenza artificiale vengono utilizzati per ottimizzare la produzione in base alle esigenze in ogni luogo e momento e ottimizzare i percorsi per ridurre il rischio di contagio da parte dei distributori.
Qualcosa di vitale importanza in questa lotta contro il tempo, che potrebbe servirci in futuro come esempio di un sistema di produzione alternativo.
Come accennato nel servizio del TG Basilicata si tratta del piano C, un’ultima alternativa nel caso in cui il piano A e B di governi e autorità fracassino.

Produzione decentralizzata delle masse in caso di collasso della produzione centralizzata per le masse.
E sta collassando.


🇪🇸 Me tranquiliza un poco saber que también en el sur de Italia, que podría verse más afectado del norte debido a sus carencias en el sistema sanitario, la gente, desde sus casas, está colaborando a estas iniciativas, coordinados por Fab Labs y makerspaces locales, como Syscrack, a Grassano en provincia de Matera, miembros del colectivo Officine Mediterranee, un proyecto de fabricación digital difundida, y se están entregando equipos a las estructuras sanitarias que los necesiten.

Grupo de Telegram Officine Mediterranee - COVID19

Es una lucha contra el tiempo, los modelos deben ser validados y homologados para cumplir con los protocolos y criterios de calidad y ser seguros para sus destinatarios.

Se aprovecha el big data y la inteligencia artificial para optimizar la producción según las necesidades en cada lugar y momento y optimizar rutas para reducir el riesgo de contagio de los distribuidores.
Algo de vital importancia en esta lucha contra el tiempo, que podría servirnos en un futuro como ejemplo de un sistema productivo alternativo.

Como se menciona en un servicio de TG Basilicata se trata del plan C, una ultima alternativa en el caso de que el plan A y B de los gobiernos y autoridades fallen.

La producción descentralizada de las masas cuando la producción centralizada para las masas colapse.
Y está colapsando.

IMG_0391.JPG

🇮🇹 Carlos Vázquez, responsabile del gruppo di lavoro di Arrecife, Lanzarote, con una delle visiere stampate in 3D

🇪🇸 Carlos Vázquez, responsable del grupo de trabajo de Arrecife, Lanzarote, con una de las viseras impresas

Pics by @maruskina

🇮🇹 Molto probabilmente, in un altro contesto, non sarebbe stata facilitata una simile collaborazione tra gruppi indipendenti e le autorità sanitarie, che hanno l'ultima parola riguardo a se accettare o meno questo materiale per garantirne un uso sicuro. E questo livello di partecipazione della cittadinanza probabilmente non sarebbe stato raggiunto se non ci fosse stato uno stato di emergenza.

Qui potrebbe trovarsi una delle tante opportunità che ci verranno presentate al termine di questa triste storia.
Un sistema sanitario cooperativo tra i vari paesi del mondo, che ci consenta di studiare e combattere insieme malattie e morte, in piena trasparenza e fiducia.
L'uso della tecnologia blockchain potrebbe garantire questa trasparenza e fiducia, indispensabili affinché questo funzioni. Potrebbe anche servire a dare credibilità a notizie e fonti e combattere le bufale.
Possibile soluzione a un altro grave fracasso presente in questa crisi del Coronavirus nei sistemi di comunicazione, cooperazione e coordinamento tra i vari paesi, che ha influenzato le decisioni politiche prese.

I FabLabs e l'ascesa della cultura maker sono nati da un corso tenuto al MIT su come fabbricare quasi qualsiasi cosa. Qualsiasi cosa di cui abbiamo bisogno, quando ne abbiamo bisogno, che ci renda autosufficienti e più sostenibili.
Anche mascherine, visiere e respiratori se necessario.

Un grave ostacolo sono i brevetti su farmaci e tecnologie che alcuni gruppi di interesse difenderanno con le unghie e denti per continuare a ottenere i generosi benefici a cui sono abituati, mettendo a rischio anche la propria di vita e quella dei propri cari.

Il decentramento e il libero flusso di conoscenze sono le chiavi di questa incredibile impresa che dimostra che la produttività industriale è possibile anche localmente su piccola scala.

Quando avremo imparato a risolvere i problemi di salute che ci si presenteranno in futuro in modo cooperativo, potremo dedicare i nostri sforzi congiunti a nuove sfide come la lotta contro l'invecchiamento.
Credo che questo momento storico che stiamo vivendo possa essere il terreno fertile adatto a una nuova rinascita dell'essere umano.

🇬🇧 If we're being more open minded about accepting new weird ideas, can I suggest anti-aging research?
Aging is a humanitarian disaster that kills as many people as WW2 every two years and even before killing debilitates people and burdens social systems and families.
Let's end it.
🇮🇹 Se siamo diventati più aperti ad accettare nuove strane idee, posso suggerire una ricerca anti invecchiamento?
L'invecchiamento è un disastro umanitario che uccide tante persone come la Seconda Guerra Mondiale ogni due anni e anche prima di uccidere indebolisce le persone e grava sui sistemi sociali e sulle famiglie.
Fermiamolo.
Vitalik Buterin


🇪🇸 Muy probablemente en otro contesto no se habría facilitado símil colaboración entre colectivos independientes y las autoridades sanitarias, que tienen la ultima palabra sobre si aceptar o no este material para garantizar su uso de forma segura. Y probablemente no se hubiera llegado a este nivel de participación ciudadana de no haber habido un estado de emergencia.

Aquí podría estar una de la muchas oportunidades que se nos presentarán cuando esta triste historia acabe.
Un sistema sanitario cooperativo entre los varios países del mundo, que nos permita investigar y luchar juntos contra las enfermedades y la muerte, en plena transparencia y confianza.
El uso de tecnología blockchain podría garantizar esta transparencia y confianza, indispensables para que esto funcione. También podría servir para dar credibilidad a las noticias y fuentes y luchar contra la plaga de los bulos.
Posible solución a otro gran fallo presente en esta crisis Coronavirus en sistemas de comunicación, cooperación y coordinación entre los varios países, que ha influido en las decisiones políticas tomadas.

Los FabLabs y el auge de la cultura maker nacen de un curso impartido en el MIT sobre como fabricar casi cualquier cosa. Cualquier cosa que necesitemos, cuando lo necesitemos, que nos convierta en autosuficientes y más sustentables.
Hasta mascarillas, viseras y respiradores si hace falta.

Un gran obstáculo son las patentes en fármacos y tecnologías que algunos grupos de interés defenderán con uñas y dientes para seguir obteniendo los generosos beneficios a los que están acostumbrados, poniendo en riesgo su misma vida y la de los suyos.

¿Habremos aprendido la lección?

La descentralización y la libre circulación del conocimiento son las claves de esta increíble hazaña que demuestra que la productividad industrial es posible localmente a pequeña escala.
Una vez aprendido a solucionar los problemas sanitarios que se nos presenten de forma cooperativa podremos destinar nuestros esfuerzos conjuntos a nuevos retos como luchar contra el envejecimiento.
Creo este momento histórico que estamos viviendo pueda ser el terreno fértil adecuado para un nuevo renacimiento del ser humano.

🇬🇧 If we're being more open minded about accepting new weird ideas, can I suggest anti-aging research?
Aging is a humanitarian disaster that kills as many people as WW2 every two years and even before killing debilitates people and burdens social systems and families.
Let's end it.
🇪🇸 Si nos hemos vueltos más abiertos en aceptar nuevas raras ideas, ¿puedo sugerir una investigación contra el envejecimiento?
El envejecimiento es un desastre humanitario que mata a tantas personas como la Segunda Guerra Mundial cada dos años e incluso antes de matar debilita a las personas y carga los sistemas sociales y las familias.
Acabemos con él.
Vitalik Buterin


Reference:

PROYECTO #CORONAVIRUSMAKERS I Gobierno de Canarias

Aplicar la inteligencia artificial en logística, clave para el trabajo de los #CoronavirusMakers

Un respirador 'low cost' fabricado con impresoras 3D para armar a los hospitales frente al coronavirus

Le Iene- Coronavirus, con la nostra stampante 3D maschere da sub salvano i malati

La stampa 3D nell’industria italiana ai tempi dell’Industria 4.0

Coronavirus, makers aiutano a creare valvole in 3D per l'ospedale di Chiari

L’innovazione che non chiede permesso: a Brescia salvati dal coronavirus grazie alla stampa 3D

Sort:  

@tipu curate


A huge hug from @amico! 🤗

Grazie @amico 🤗

Piacere mio, cara @maruskina!

Credo che questo momento storico che stiamo vivendo possa essere il terreno fertile adatto a una nuova rinascita dell'essere umano.

Ne sono convinto anche io!

Grazie per essere la "mia finestra" sul magnifico mondo Open Source!

Grazie mille ancora una volta caro @amico 🤗
Davvero un onore per me essere la tua finestra su questo favoloso mondo con un potenziale infinito.
Lo scopo del mio blog era questo fin dall’inizio, anche se ogni tanto mi permetto qualche divagazione.
Un grande abbraccio 🤗

👍 Continua così... che ho gradito sempre anche le tue divagazioni!
😘 Ciao ciao! 👋

💕


This post was shared in the Curation Collective Discord community for curators, and upvoted and reblogged by the @c-squared community account after manual review.
@c-squared runs a community witness. Please consider using one of your witness votes on us here

Thank you so much 🤗

Visto che alla fine ha fatto ECCIU'!!! Anche se non sono affatto sicuro che lo abbia fatto da sola!! Certo, è che come dicono gli orientali bene e male si rincorrono come un cane che si morde la coda! Il bene porta il Male e il Male porta il Bene. Ne sono assolutamente convinto. Quindi il male purtroppo è parte integrante della realtà e deve esistere per forza, anche perchè troppo bene non può far bene. Il troppo stroppia sempre e genera inetavilmente del male.

Non solo ha fatto ECCIU', brutta tosse e febbre! 😜

Il bene porta il Male e il Male porta il Bene.

Bravo , è quello che volevo esprimere con l'introduzione sulla parola crisi.
In questo momento di male bisogna saper trovare l'opportunista che può condurci a qualcos'altro di buono.
Saremo capaci? Speriamo che questo tempo a casa davvero ci sia utile per riflettere e cambiare.

Grazie @lallo per il tuo prezioso commento 🤗

Grazie a te @maruskina per la tua positività. Quella frase è ciò che avevo percepito leggendo la tua introduzione. :)

Ma che bel post! Piaciuto tantissimo. Grazie per aver condiviso. Un saluto, nicola

Grazie mille a te Nicola 🤗
Sono contenta che ti sia piaciuto 😃

Increíble post!!! 😍😍 Tienes una forma de trasmitir tus ideas muy original, sigue así!

Gracias 😍
Me alegro que te guste mi forma de expresarme 🤗
Muuuuaaaaks! 😘

Splendido articolo un !discovery 50 è il minimo :)

Grazie @lallo 🤗
Ma il discovery 50 cos’è?
Questo me lo sono perso 😜

Eh Eh Eh....se ci fai caso subito dopo il mio commento ti è arrivato il voto della trail di discovery-it al 50% Purtroppo ci sono ancora dei problemi con hivevote (ex steemauto) per cui non arrivano proprio tutti i voti che dovrebbero.
E' normale che te lo sia perso perchè è in funzione da avanti ieri e l'ho programmato io per i curatori di discovery-it ;)

Ah! Ok, ma allora grazie mille ancora 🤗
Bravo @lallo 👏 un equivalente a Steemauto ci mancava, vado subito a cercare Hivevote.
Grazie 🤗


Questo post è stato condiviso e votato all'interno del discord del team curatori di discovery-it Entra nella nostra community! hive-193212
This post was shared and voted inside the discord by the curators team of discovery-it. Join our community! hive-193212


Grazie mille 🤗

@maruskina questo è davvero il tuo primo post su Hive??

Beh, sappi che ti sei presentata alla grande. Hai fornito delle notizie di cui nessuno ha parlato. Ho visto, inoltre, visiere come quella che hai mostrato nei market nei vari market in cui lavoro. Mi viene da pensare che siano prodotte da privati cittadini (visto che le associazioni di cui parli penso siano formate da privati cittadini che non stanno svolgendo un mestiere retribuito ma stiano semplicemente dedicando il loro tempo e operato alla causa comune) e anche di questo nessuno parla.

Comunque vada, a fine emergenza, qualora la nostra società dovesse conservare gli stessi comportamenti che aveva pre-emergenza, non avremo colto alcun insegnamento e saremo semplicemente destinati a sopravvivere fino alla prossima catastrofe di dimensione globale.

Grazie mille caro @poliwalt10 per il tuo prezioso commento 🤗
I gruppi che ho citato nel post che producono visiere sono composti da privati cittadini, associazioni, makerspace e Fablabs, che lo fanno volontariamente nel proprio tempo libero e distribuiscono i materiali gratis ai sanitari, quindi senza nessuna retribuzione, come hai ben detto, e spesso donando quel che ognuno può.
Il disegno, di Hanoch Hemmerich, ha una licenza Creative Common che permette la sua riproduzione anche con fini commerciali ed è disponibile liberamente su Thingiverse.
Quindi ogni persona con una stampante 3D può scaricare il disegno e iniziare a stamparla, spero che non ci siano persone che ci stiano lucrando in questo momento, anche se la licenza non glielo impedisce.
In Spagna se ne sta parlando, il video che ho linkato, ad esempio, è stato realizzato da Telefonica, l'equivalente alla Tim italiana.
Ho visto un servizio delle Iene sull'argomento, e l'autore del disegno del pezzo per adattare le maschere da sub di Decathlon è un italiano, almeno per orgoglio nazionale se ne dovrebbe parlare di più. Aggiorno la sezione Reference del post con il video e qualche articolo al rispetto in italiano.

Ebbene sì, questo è il mio primo post su Hive (anche su Steem non postavo molto effettivamente)!
Ho tardato un po' ma spero che l'attesa sia valsa la pena!
Per la vostra risposta direi di sì, grazie 🤗

PB8ro82ZpZP35bVGjGoEdg81DteFexLroKsHJAKJnsedyLwoRWRj4RBwmjhgdJzoTJNsnBquajivFNVkMoNGvTiY1ZQNJmsRue4hr9KvdHbdVK5Q.png

Manually curated by the Qurator Team in partnership with @discovery-blog.
Keep up the good work!

Thank you so much 🤗

Sicuramente lavorare sotto pressione stimola ed aguzza l'ingegno e la cooperatività...però bisogna anche ogni tanto mollare la presa!
Gran bel post! @maruskina

Grazie @elikast 🤗
Un giusto equilibrio sarebbe ideale!

Un ennesimo e bellissimo post @maruskina, ricco di esempi di gruppi, persone che in contrasto con l'agire diffuso nel seguire soltanto il Dio Denaro mettono il loro impegno in aiuti concreti e lodevoli in questa difficile situazione...
Rinasceremo come persone migliori? Penso come te di si o almeno lo spero!
Grazie della condivisione

Grazie mille per il tuo costante supporto! 🤗
Io penso che prima o poi quelli che pensano solo al Dio Danaro fanno la fine degli omini grigi 😜

Questo post è stato selezionato, votato e condiviso dal team curatori di discovery-it in collaborazione con la community di C-Squared Curation Collective. Puoi utilizzare il tag #discovery-it per rendere i tuoi post di facile reperibilità agli occhi dei curatori. Ti invitiamo inoltre a votare @c-squared come witness per supportare questo progetto.

This post was selected, voted and shared by the discovery-it curation team in collaboration with the C-Squared Curation Collective. You can use the #Discovery-it tag to make your posts easy to find in the eyes of the curator. We also encourage you to vote @c-squared as a witness to support this project.

Grazie mille 🤗

Eccellente! Io uso da tempo la stampante 3D per uso domestico, mi creo degli oggetti per la casa. Oggi ho appena stampato e montato 12 piedini per due armadietti esterni.

Grazie 🤗
È un piccolo passo verso l’autosufficienza il poter fabbricarsi quello di cui si ha bisogno e quando se ne ha bisogno. Bravo 👏