My name is Tont, James Tont.

in Olio di Balenalast year

Leggevo l'interessante articolo di @giuseppemasala sulle elezioni americane e come Trump stia riuscendo a riempire le piazze nonostante la situazione molto particolare.

Io avevo notato la cosa più vista da questa parte dell'oceano, nel senso che Trump viene dipinto come una specie di tonto pazzoide e qualsiasi cosa venga utile per screditarlo, ci si buttano a pesce. La stessa cosa si può dire per il suo omologo inglese, BoJo.

In tutto questo per altro non è nemmeno ben chiaro l'intento, cioè per quale motivo i giornali italiani parteggiano per uno o per l'altro? dovrebbe fregarci relativamente poco o nulla, ed invece... sicuramente ci sta l'affinità destra e sinistra, Trump dovrebbe essere di destra nel concetto narrativo europeo, Biden di sinistra. In realtà poi se si andassero a guardare i fatti con la correlazione europea, risulterebbero tutti e due di destra. E d'altronde il paese stesso è li a dimostrarlo, non ci sono tutele per i lavoratori, dal licenziamento a ferie eccetera è più su un piano vicino ai freelance che ad un lavoratore dipendente.

Il fatto è che sia Trump che Boris Johnson sono in grado, attraverso una perculazione, di controllare i media nemici, o i media in generale. E questa cosa non è nuova, visto che il precursore del sistema a mio avviso è italiano e si chiama Beppe Grillo.

Se andiamo a riguardare cosa ha fatto Grillo di fatto a grandi linee troveremo lui che si comporta in modo del tutto anomalo con i media tradizionali, trattandoli come pezze da piedi, non rispettando certe consuetudini non scritte come gli altri player politici. E quando la loro attenzione tendeva a calare ne sparava una fuori le righe, in modo tale che questi tornassero a parlare di lui.

Qualcuno, non so chi non so dove, disse: Bene o male purché se ne parli. Ecco...

jamesbond1015612_1920.jpg
Image by Peggy und Marco Lachmann-Anke from Pixabay

Prendiamo lo speech di Trump ripreso da tutte i media che gli davano contro. Trump parla del covid ed ad un certo punto dice "covid diciannove... diciannove... cosa mi significa diciannove". E via di media, che ovviamente gli ridono pure le orecchie, a presentare la cosa per "tontizzare" il presidente in carica. Questo non sa manco cosa significhi la sigla covid19, è il messaggio che viene passato e non stento a credere che i giornalisti ne siano pure convinti.

La domanda che vorrei farvi, ma veramente credete che Trump sia così tonto? E se per assurdo anche lo fosse, dovrebbero stare sullo stesso piano tutta la pletora di advisor, spin-doctor, consulenti eccetera che compongono lo staff elettorale.

Con quella sparata chiaramente recitata, sa benissimo di cosa parla ma segue un copione. I Giornali interni e persino Internet non possono perdere l'occasione. Alla fine hanno parlato di lui e molto probabilmente se andassimo ad analizzare lo share vedremo che era calato.

A conti fatti abbiamo visto che sia Grillo, che Trump che Johnson hanno vinto le elezioni. E questo nonostante i media non perdessero occasione per mostrare figuracce, gaffes e quant'altro.

Personalmente credo che i tonti siano stati i giornalisti, manipolati a loro insaputa. E non se ne sono manco accorti perché stanno perseverando con il medesimo copione ancora oggi.

Sort:  

Concordo al 100%.
Il bello è che poi si chiedono, ma come mai vincono le elezioni, boh, non riescono a capacitarsi, e dire che succede ormai da diversi anni...

la frase della botteri quando vinse trump è emblematica

 last year Reveal Comment